La Rocca di Campiglia

Il complesso monumentale della Rocca di Campiglia, è stato inaugurato il 7 giugno 2008 dopo un accurato e rispettoso  restauro.
La Rocca è testimone di tre diversi millenni di storia: dal primo insediamento dell’VIII-IX secolo di un villaggio di capanne di allevatori di suini, all’arrivo dei potenti conti pisani della Gherardesca fino ad oggi.
La storia del castello comincia quindi molto prima di quanto indichi il documento del 1004 rinvenuto negli archivi dei conti della Gherardesca, in cui Campiglia viene nominata per la prima volta in una atto di donazione al monastero benedettino di S. Maria di Serena.
Gli scavi archeologici condotti fin dagli anni ’90 sotto la direzione scientifica del prof. Riccardo Francovich e coordinati dalla prof.ssa Giovanna Bianchi, docente di Archeologia Medievale all’Università di Siena, hanno riportato alla luce molti e interessanti reperti, prima esposti nel museo di Palazzo Pretorio e che trovano oggi una loro collocazione naturale nel museo allestito nel vecchio cassero della Rocca

La Rocca di Campiglia rappresenta un importante collegamento storico tra il borgo di Campiglia e il Parco di San Silvestro, nel quale spicca l’omonima Rocca medioevale, costruita a servizio dei minatori e fonditori che lavoravano per i Conti della Gherardesca.