I PARCHI DELLA VAL DI CORNIA: un sistema di parchi e musei

visual

 

Scarica la brochure

Sulla Costa degli Etruschi, davanti all’Isola d’Elba, i Parchi della Val di Cornia raccontano la storia millenaria di un paesaggio dove i resti della città etrusca di Populonia e le testimonianza della passata attività di estrazione e lavorazione dei metalli si intrecciano con splendidi ambienti costieri e macchia mediterranea.

  • Parco archeominerario di San Silvestro
  • Parco archeologico di Baratti e Populonia
  • Museo archeologico del territorio di Populonia
  • Museo del Castello e delle ceramiche medievali
  • Musei della Rocca di Campiglia Marittima
  • Parco costiero della Sterpaia
  • Parco costiero di Rimigliano
  • Parco forestale di Poggio Neri
  • Parco naturale di Montioni


Informazioni utili per organizzare la visita ai Parchi della Val di Cornia

Per la visita ai Parchi e Musei della Val di Cornia è possibile:
visitare un singolo Parco o Museo o abbinarli tra loro a prezzi scontati;
arricchire le visite con laboratori di archeologia sperimentale e di educazione ambientale, visite animate, visite ai vicini borghi medievali e centri storici, oltre a elaborare programmi che prevedono soggiorni di 2 o più giorni;
richiedere programmi personalizzati in base alle specifiche esigenze delle varie realtà scolastiche.
Servizi e strutture dei Parchi e Musei: I Parchi e Musei della Val di Cornia sono dotati di aree di sosta, bookshop, ampi parcheggi per autobus e automezzi privati, ristoranti, bar, ostelli e spiagge attrezzate.

 

Per gli insegnanti di ogni ordine e grado delle province di Livorno e Grosseto:

invito educationalscuole2017

 

Prenotazioni

Per la visita a tutti i Parchi e Musei di gruppi e scuole è necessaria la prenotazione, concordando la visita con l’Ufficio Prenotazioni della Parchi val di Cornia
tel 0565 226445 - telefax: 0565 226521

E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cliccare qui per scaricare il modulo prenotazione da reinoltrare via fax oppure cliccare qui per compilare il modulo elettronico.