Domenica 24 novembre 2019, alle ore 17.00, al Museo Archeologico di Piombino rivivono 7 donne, icone del passato e del presente.

Sette donne che hanno segnato la storia. Sette icone di emancipazione, intelligenza, talento e forza di carattere raccontate da altrettante donne scrittrici. La Principessa Soraya, Samantha Cristoforetti, Tina Modotti, Caterina da Siena sono solo alcuni dei personaggi femminili che domenica 24 novembre saranno protagonisti di Libere Donne, spettacolo itinerante che si svolgerà tra le sale del Museo Archeologico di Piombino (piazza Cittadella) a partire dalle 17.00 (ingresso libero).

Sette monologhi intensi ed emozionanti scritti dalle socie di EWWA (European Women Writing Association), associazione di donne che operano nel mondo dell’editoria o che con essa si cimentano solo per passione, interpretati dalle attrici del Teatro dell’Aglio Kim Amelotti, Delia Demma, Albertina Gasparoni, Gloria Mattanini, Giusy Mazza, Loretta Mazzinghi ed Emilia Natoli, per la regia di Maurizio Canovaro, e con la partecipazione di Cinzia Murolo, curatrice del Museo.

Libere Donne è uno spettacolo nato nel 2018 quando Serena Dandini propose a Firenze il festival L’eredità delle donne, creando parallelamente anche un festival off che ha fornito lo spunto per scrivere e mettere in scena questi monologhi teatrali su donne che sono diventate protagoniste del loro tempo, spesso ponendosi al di fuori delle convenzioni.

Lo spettacolo, presentato al Museo grazie alla collaborazione con la società Parchi Val di Cornia, rientra tra le iniziative organizzate dal Comune di Piombino nell'ambito del cartellone "Scatenate. Come liberarsi dalla violenza", per riflettere sul tema della violenza contro le donne.

 

Libere donne - 24 novembre 2019