logo copia

In occasione delle festività natalizie, il Museo archeologico di Piombino, il Parco archeologico di Baratti e Populonia e il Parco archeominerario di San Silvestro (con il tour delle miniere) saranno ancora aperti tutti i giorni fino al 6 gennaio con appuntamenti rivolti a grandi e piccini.

Gli ultimi appuntamenti delle festività natalizie si svolgeranno domenica 6 gennaio al Museo archeologico di Piombino.

befana

La mattina alle ore 10.30 arriva al Museo “La Befana vien... di mattina”, letture per bambini organizzate in collaborazione con i lettori volontari Nati per Leggere Piombino e la Biblioteca civica falesiana di Piombino.
Un momento importante in cui fondamentali luoghi di cultura come il museo e la biblioteca si uniscono per sostenere insieme un’attività di sensibilizzazione e promozione della cultura nella prima e primissima infanzia.

 

 

 

 

 

 

 

locandina

 

Sempre domenica, ma alle 16.30, il Museo ospiterà il primo appuntamento delle “Domeniche in musica”. La rassegna, realizzata grazie alla collaborazione tra Comune di Piombino, Associazione Etruria Classica e Parchi Val di Cornia, propone quattro appuntamenti con la musica eseguita dal vivo all’interno del Museo (ingresso Museo e concerto: 4 euro): in programma giovani musicisti di talento e artisti affermati in una location suggestiva, la sala dell’anfora argentea simbolo del museo archeologico. Quest’anno il programma si avvale della collaborazione di Fondazione Toscana Spettacolo e Biblioteca Civica Falesiana che partecipano agli eventi del 6 e del 27 gennaio con un programma di musica, lettura e teatro. L’obiettivo è promuovere la lettura e avvicinare ai libri mediante la contaminazione con altri generi artistici.
Il primo appuntamento, domenica 6 gennaio, vedrà alternarsi all’esecuzione musicale di Angioletta Janucci Cecchi (violino) e Marianna Tongiorgi (pianoforte), letture dalle più belle pagine di Thomas Mann, Franz Kafka, Johann Wolfgang von Goethe a cura di Elisa Cecilia Langone, attrice professionista della ‘Scuola d’arte drammatica Paolo Grassi’ di Milano e che ha fatto parte della Compagnia del Teatro Metastasio - Stabile della Toscana, lavorando con Paolo Magelli, Massimo Castri, Valerio Binasco, Marco Plini ed altri importanti registi in spettacoli di grande successo, con lunghe tournée in Italia ed all’estero.