PIOMBINO (LI)

Via del Castello, Piombino (LI)

MuseoDelCastello SalaLaScoperta fotoPaoloBiondi

A breve distanza dal mare, nella parte storica del centro di Piombino, sorge il Museo del Castello e delle Ceramiche Medievali, un edificio monumentale e ricco di storia, che nelle sue forme e nelle sue collezioni racconta la storia della città medievale e dei suoi successivi sviluppi fino all'età contemporanea.

Il Museo rappresenta quindi una tappa importante per chi visita Piombino durante le sue vacanze in Toscana, e desidera scoprire unìaffascinante struttura militare che ha cambiato più volte la sua fisionomia tra il XIII e il XIX secolo.

Non solo Museo di sé stesso, il Museo del Castello racconta la storia della città in modo moderno e interattivo, grazie al nuovo allestimento che è stato inaugurato il 13 luglio 2013.

Il progetto del nuovo Museo del Castello è così diventato realtà, grazie ad un contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Livorno

Visitare il Museo

Pannello Castello Piombino 2

Il nuovo allestimento, curato da Giovanna Bianchi dell’Università di Siena (Dipartimento di Archeologia e Storia delle Arti) in collaborazione con i progettisti Giuseppe Bartolini e Simonetta Fiamminghi, ha trasformato il Castello da semplice museo di sé stesso a un vero e proprio moderno Museo, che racconta la storia della Piombino medievale attraverso un nastro rosso, su cui si distendono, in maniera logica e ordinata, reperti e testi didascalici ma anche video multimediali e postazioni touch e interattive.

In un percorso guidato tra testi, immagini, video e suoni, il visitatore può scoprire la storia del Castello e della città di Piombino, seguendo il curato allestimento sui tre piani dell'edificio.

Dal piano terra, dedicato al Castello e alle diverse fasi costruttive che lo hanno interessato nel corso del tempo, si passa al primo piano che propone un elegante ed approfondito excursus sul mondo della produzione ceramica. Qui i veri protagonisti sono i reperti ceramici, e soprattutto le maioliche medievali rinvenute nella volta dell’abside della chiesa di Sant’Antimo sopra i Canali, durante i lavori di scavo e di restauro del 2003.

Il secondo piano è dedicato a Piombino e alla sua storia, dalle origini medievali fino all'arrivo della principessa Baciocchi, Elisa Bonaparte, e tra monete, carteggi e un'interessante postazione dedicata ai progetti di Leonardo Da Vinci, si inserisce anche la spettacolare ricostruzione del contesto della Fonte dei Canali, che colpisce e affascina con i suoi irreali giochi d'acqua.

Il Castello, grazie ai suoi grandi spazi e alla sua bella posizione, è anche il luogo ideale per conferenze, incontri e cerimonie: oltre a ospitare un ricco calendario di eventi nel corso dell'anno, viene scelto da molte coppie di sposi come location per il loro matrimonio con rito civile.