La Spiaggia e le Dune

dune 01Il parco costiero di Rimigliano, con il suo sistema dunale costiero protetto, offre l’opportunità di un’esperienza balneare in completa immersione nella natura, con lo sguardo che spazia tra il verde promontorio di Piombino, l’intrico di arbusti smerigliati dal vento che lambisce la spiaggia, e le inconfondibili sagome azzurrine delle isole dell’arcipelago toscano all’orizzonte. La spiaggia si estende per circa 6 km; alle spalle della spiaggia, la ricca vegetazione pioniera della duna.
Gli accessi, esclusivamente pedonali, sono presenti lungo la via della Principessa; i principali sono contraddisinti da numeri, in ordine crescente seguendo la direzione S.Vincenzo-Piombino. Altri accessi intermedi sono contraddistinti da interruzioni di continuità della staccionata in legno che delimita il confine tra il Parco e la strada asfaltata.
Non vi sono stabilimenti balneari, ma servizi pubblici con toilette e doccia posti in corrispondenza degli accessi numero 2, 3 e 4.
Aree attrezzate per picnic si trovano dislocate in vari punti del tratto compreso tra l’accesso n.1 e l’accesso n. 4, dove è presente anche un punto ristoro.

 

Percorso Attrezzato per lo Sport

All’interno del Parco di Rimigliano, sotto la folta copertura dei lecci e dei pini, è stato realizzato un percorso fitness, costituito da 18 stazioni, ognuna delle quali propone esercizi che allenano differenti parti del corpo, con diversi gradi di difficoltà, che lo rendono adatto a tutte le età.

Il percorso, che si snoda lungo un chilometro, è ad accesso libero e propone sei esercizi a corpo libero e dodici con l’aiuto di attrezzi. Ad ogni tappa un cartello esplicativo, in quattro lingue, illustra con testo e immagini l’esercizio da svolgere. Portare a termine il programma di esercizi richiede circa un’ora e mezza. Al percorso si accede dall’ingresso principale del Parco di Rimigliano, il numero 4, in corrispondenza dell’incrocio con la Via del Lago, zona abitualmente frequentata da appassionati di footing e amanti delle passeggiate nel verde, non solo nella stagione estiva.

Il percorso è stato realizzato nell’ambito dell’iniziativa denominata “L’Albero Creativo”, un progetto di inclusione sociale per l’inserimento lavorativo dei detenuti del carcere di Massa Marittima, curato dalla Cooperativa sociale “Il Nodo” e sostenuto dalla Regione Toscana, dai Comuni delle Colline Metallifere e dalla Struttura a Custodia Attenuata di Massa Marittima.